Axis Powers Hetalia

26445
Una delle tante copertine con i personaggi principali di Axis Powers Hetalia.

Axis Powers Hetalia (scritto a volte Hetalia Axis Powers) è un manga ideato e realizzato da Hidekaz Himaruya. Pubblicato inizialmente sul sito dell’autore stesso ovvero Kitayume, acquista presto fama e suscita l’interesse della Gentosha Comics. Il primo volume esce in forma cartacea nel mese di marzo del 2008. In Italia è pubblicato dalla Jpop a partire dal 28 ottobre 2011 a oggi.
La trama ruota principalmente attorno a due eventi piuttosto significativi all’interno della storia dell’umanità: Prima e Seconda Guerra Mondiale. Tuttavia, fra una striscia fumettistica e l’altra si individuano anche accenni ad altri periodi storici più o meno precedenti o successivi a quelli citati poco fa.

Protagonisti di questo manga non sono personaggi alquanto comuni, bensì le nazioni del mondo. A quanto pare, l’autore ha pensato bene di far prendere loro vita (le antropomofizza in pratica) e di muoverle sullo sfondo di questo racconto dalla basale tematica storica. Così facendo, è riuscito a mettere in scena momenti esileranti oppure di stampo serio, a seconda dell’evento storico che veniva preso in esame. Tuttavia, ciascun tema non viene mai descritto e trattato in modo dettagliato. Per esempio quando si tratta della Seconda Guerra Mondiale, non si fa nessun accenno alla Shoah Ebraica.

Hetalia-1
Personaggi principali di Axis Powers Hetalia.

Ritornando ai personaggi, a ciascuno di essi dà le caratteristiche tipiche del popolo di quella nazione, mescolando sia i pregi che i difetti. Per fare un esempio, Italia è diviso in ben due personaggi: Veneziano (Italia del Nord) e Romano (Italia del Sud). Entrambi rappresentano un popolo che non è molto dedito al lavoro, anzi preferiscono dormire, mangiare quintali di pasta e soprattutto evitare i conflitti con le altre nazioni (tanto è vero che Feliciano ha sempre con sé una bandiera bianca, che sventola in continuazione). Tuttavia, il primo si dimostra parecchio ingenuo e credulone, mentre il secondo si comporta da duro ma sotto sotto ha un cuore tenero. Ludwig (Germania) si presenta serio e molto dedito al suo lavoro, mentre Alfred (America) è fissato con il concetto di eroe. Potremmo continuare all’infinito visto che sono proprio tantissimi peronaggi, ma ci fermiamo qui.
Comunque come si può vedere, queste nazioni rappresentano in pieno lo spirito di un popolo, in quanto si comportano come se fossero persone vere. è come se la nostra nazione prendesse praticamente vita e fosse al nostro fianco. Se vogliamo, il popolo è la voce di una patria, di una terra che vive e respira, esattamente come noi.

Axis.Powers-.Hetalia.full.448739
Una delle tante copertine con i personaggi principali di Axis Powers Hetalia.

Ad ogni modo ciò che fuoriesce dalla geniale mente di questo giovane e aspirante mangaka, è un manga che può essere considerato unico nel suo genere. Appartenente alla categoria Seinen (per certi versi appare anche come Shonen-Ai), può essere letto con estrema facilità. è praticamente ottimo per chi vuole trovare un attimo di pace e un po’ di relax da questa odiosa e difficile vita reale, che tutti noi ci troviamo ad affrontare giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, anno dopo anno.
Dal momento che tratta alcuni eventi storici, Axis Powers Hetalia può anche essere considerato come un manga storico che “rinfresca la memoria”. Ripensandoci, è davvero così. Leggendolo, mi è capitato di incappare in eventi storici di cui non sapevo nulla (o che semplicemente non ricordavo) e, dal momento che ero piuttosto curiosa, mi sono messa a fare delle ricerche. è un buon modo quindi per ampliare quella che è la nostra cultura personale, soprattutto dal punto di vista storico. E pensare che ci sono anche dei momenti in cui può persino indurci a fare una riflessione (o almeno questo è stato il mio caso). A parte il manga sono state tratte ben tre serie animate, un videogioco e persino un film.
Perfetto, questa recensione si conclude qui quindi miei cari Dreamers alla prossima e ricordate: “chi sogna, viaggia“.

Leggi anche: Amore senza frontiere

Leggi anche: Love Academy