Diablo III

wall1-1280x1024
Copertina di Diablo III

Annunciato nel 2008, Diablo III – terzo capitolo della saga omonima ormai diventata un cult dei GDR – è stato pubblicato quattro anni dopo dalla Blizzard Entertainment, casa di produzione famosa per serie come World of Warcraft e Starcraft. Questo capitolo ha avuto molti problemi sia al lancio che successivamente, ma sono poi stati risolti con l’espansione Reaper of Souls. Come in una precedente recensione vi parlerò di questo titolo seguendo cinque punti che in questo caso saranno: Trama, Gameplay, Critica e Curiosità, quindi senza ulteriori indugi iniziamo.

Trama: la storia di Diablo III è ambientata nello stesso universo dei precedenti. Tutto inizia nella città di New Tristram anni dopo l’uccisione di Baal, uno dei fratelli di Diablo (entità malvagia suprema della serie). Egli aveva corrotto la “Pietra del Mondo”, l’antica roccia magica che da secoli garantiva l’ordine del mondo. L’arcangelo Tyrael fu costretto a frantumare la pietra in mille pezzi tramite il lancio della sua spada, El’ Drin, cambiando le sorti del mondo, ma al tempo stesso salvando l’umanità dalla terribile fine a cui era destinata. Molti eroi hanno affrontato gli eserciti oscuri. Quelli che sono stati tanto fortunati da sopravvivere sono poi impazziti per gli orrori visti in battaglia. Nove eroi stanno sorgendo per combattere il male e il loro compito sarà più gravoso che mai

image_304828_620
Frame di un combattimento in multiplayer

Gameplay: il gameplay è in puro stile GDR ovvero visuale dall’alto e combattimento tramite l’utilizzo di attacchi fisici alternati alle abilità disponibili alla nostra classe. Diablo III presenta varie classi che ora andrò ad elencarvi:

Barbaro: classe focalizzata sulla forza fisica e sulla resistenza agli attacchi. Consiglio di equipaggiare oggetti che aumentino forza e vitalità e di usare armi a doppia impugnatura, anche se ne risentirete in velocità di movimento

Sciamano: classe molto particolare, da utilizzare preferibilmente a media distanza visto che come Sciamano ci troveremo principalmente ad usare maledizioni e ad evocare creature per aiutarci. Consiglio di alzare appena possibile le percentuali riguardanti l’intelligenza, utile per aumentare il tempo di ricarica e diminuire il costo dei nostri incantesimi, e la vitalità, visto che non essendo una classe “fisica” ci troveremo spesso a corto di vita.

Mago: classe che non ha bisogno di presentazioni, essendo una costante nei giochi di tipo fantasy. Consiglio un utilizzo da lunga distanza e anche per lui il potenziamento di vitalità ed intelligenza. Riguardo a quest’ultima, state attenti alla percentuale, visto che – essendo la casse con meno percentuale di forza e difesa – gli attacchi nemici ci faranno non poco male.

Monaco: classe da usare a distanza ravvicinata; importante il potenziamento di forza e destrezza, così da consentire un danno elevato e velocità di movimento quando ci troveremo ad utilizzare armi a due mani quali bastoni e clave.

Cacciatore di demoni: classe da usare a distanza, visto che come armi principali avremo archi e balestre. Qui consiglio armi con alta percentuale di danni e un potenziamento mirato sulla difesa e la velocità di movimento.

Paladino: classe speciale giocabile solo se si ha l’ espansione Reaper of Souls. Il Paladino è un po’ come il Barbaro ma con i poteri curativi del Mago, quindi consiglio di potenziare forza e intelligenza stando però attenti alla destrezza, visto che come per il Barbaro la scelta dell’arma ricadrà spesso su armi a due mani.

Critaca: quasi tutte le critiche poste a Diablo III fanno riferimento ai suoi numerosi problemi di “lag” e cali di frame durante il gioco online. Con l’ espansone Reaper of Souls questi problemi sono stati quasi risolti, visto che anche in stato offline – se ci troveremo in mezzo a grandi ondate di nemici o in ambienti molto grandi – si potranno riscontare casi di lag e cali anche molto alti di frame.

d3-10
Livello delle mucche

Curiosità: in Diablo III sono presenti numerose citazioni a capitoli precedenti oltre che a fumetti ed anime. Alcuni esempi sono: in uno dei tanti caricamenti potremo leggere “non c’è nessun livello con le mucche”, citazione ad un famoso livello segreto di Diablo II pieno di mucche guerriere che davano quantità assurde di monete ed esperienza; un’altra citazione riguarda una delle abiltà del Barbaro, tanto è vero che sotto alla spiegazione di essa potremo trovare la scritta “mi sto arrabbiando, non vi piacerebbe vedermi arrabbiato”- Banner il Berserker – chiara citazione a Bruce Banner alter ego del supereroe Marvel Hulk; altra citazione degna di nota riguarda sempre il barbaro, visto che tra i tanti vestiti potremo trovarne uno ispirato alla tuta da combattimento del caro Goku di DragonBall.

In conclusione, se siete amanti dei GDR Diablo III è il titolo per voi. Dato il gran numero di classi disponibili e le tante modalità di difficoltà, il gioco presenterà ogni volta un’esperienza diversa. Tuttavia, il titolo ha i suoi problemi e il mio consiglio è di non giocarlo online, se non avete una connessione abbastanza buona.
Detto questo cari lettori vi auguro un buon divertimento e come sempre “leggete con il cuore e pensate con la mente”. A presto con una nuova recensione.

 

Leggi anche: Splatterhouse

Leggi anche: Asura’s Wrath

Leggi anche: Sleeping Dogs

Leggi anche: Dragon Ball Xenoverse

Leggi anche: To the Moon

Leggi anche: The Wolf Among Us

Leggi anche: Remamber Me

Leggi anche: Warhammer 40.000: Space Marine

Leggi anche: Anarchy Reigns

Leggi anche: Injustice Gods Among Us

Precedente Selector spread WIXOSS Successivo Recensione AHSFreakShow: 4x09 - 4x10