Il regno proibito

Locandina di Il regno proibito

Il regno proibito è un un film d’azione del 2008. La pellicola è ispirata al celebre classico della letteratura cinese intitolato “Il viaggio in Occidente“. Questo film non è stato proiettato nelle sale italiane, ma è disponibile il DVD col titolo L’impero proibito. Andrò a darvi un accenno di trama, per poi passare alle mie opinioni personali sulla pellicola.

A Boston vive Jason Tripitikas, un ragazzo maldestro appassionato di arti marziali, film di kung-fu e di cultura cinese. Si reca spesso nel negozio del vecchio Hop per acquistare film. Mentre si aggira nel negozio, viene attirato da un antico bastone. Il vecchio gli racconta che quel bastone è stato lasciato in custodia a suo nonno da un misterioso sconosciuto, che non è mai tornato a riprenderlo.

Mentre ritorna a casa, Jason è costretto da un gruppo di ladruncoli a tornare con loro nel negozio per rapinarlo. Mentre i ragazzi mettono a soqquadro il negozio, Hop chiede al ragazzo di fuggire con il bastone. Nella corsa il nostro protagonista cade da un tetto, sviene per la caduta e si risveglia nell’antica Cina.

Poster di Il regno proibito con Michael Angarano nei panni del nostro protagonista Jason Tripitikas.

Qui conosce l’immortale Lu Yan, che gli racconta la storia di Monkey King (proprietario del bastone), che fu ingannato dal Capitano di Giada e da questi tramutato in pietra. Successivamente quest’ultimo trasformò il regno in un reame di paura e violenza. La leggenda narra che un giorno arriverà un viaggiatore, che riporterà il bastone a Monkey King così da riportare la pace nel regno. Comincia cosi la lunga e strabiliante avventura di Jason per riportare la pace nel regno, avventura che gli farà scoprire anche una forza che pensava di non avere.

Veniamo a noi. Il regno proibito è un classico film d’azione in stile orientale. Tra lotte coreografate splendidamente e ambientazioni che non mancheranno di affascinare questo film è perfetto per chi cerca il giusto mix di azione e avventura fantastica. Andando avanti con la visione, assisteremo non solo alla crescita di Jason come artista marziale, ma anche come persona.

In conclusione vi invito a recuperare questo film, affermando che non ne resterete affatto delusi. Detto questo vi saluto e vi do appuntamento ad una nuova recensione e ricordate: “leggete con il cuore e pensate con la mente”.

Leggi anche:

Precedente Sandokan - La tigre della Malesia Successivo Masters of Horror