Twilight

Copertina di Twilight.

Scritto da Stephenie Meyer, Twilight è un romanzo inglese dedicato ad un pubblico giovanile. Appartenente alla categoria “paranormal romance“, racconta la storia d’amore fra Isabella Swan ed Edward Cullen.

Tutto ha inizio quando Bella (così viene di solito chiamata) decide di trasferirsi da suo padre a Forks. Lì comincia a frequentare un’altra scuola, dove viene ben presto accettata da tutti. Tutti tranne uno: Edward Cullen. La ragazza non capisce da dove nasca tutto questo astio e il comportamento distaccato del ragazzo non facilita le cose.

Tuttavia, un giorno Bella rischia di essere investita e lui interviene per salvarla, rivelando così la sua natura non umana. In cerca di risposte la ragazza parte da uno strano e mistico racconto del suo amico Jacob. Leggendo libri e vari articoli su internet, scopre chi è davvero Edward Cullen: un vampiro.
Nonostante le loro diversità sboccia comunque l’amore fra i due. Sarà un sentimento difficile da gestire e chissà se la situazione sarà destinata a restare tranquilla.

Copertina del film di Twilight.

Dopo aver citato parte della trama, entriamo nel vivo della recensione. Ho acquistato Twilight dopo aver visto il film al cinema quando ero ancora un’adolescente. Nonostante gran parte della massa critichi in modo negativo questo romanzo, a me è piaciuto. Parla di una storia d’amore fra una comune ragazza e un vampiro. Ciò che mi affascina di essa è la complessità stessa della relazione. Edward è innamorato di Bella e deve compiere uno sforzo immane per resistere alla tentazione di morderla, in quanto è attratto dal suo sangue.

Un aspetto particolare di questo personaggio è la sua volontà di non trasformare l’amata in una signora della notte. Lui è ben consapevole di cosa significhi essere un vampiro. E’ una vita lunga, sempre alla ricerca del liquido scarlatto. E’ un’eterna vita di dannazione e lui non vuole che anche lei sperimenti questa cosa. Le vuole dare la possibilità di vivere i diversi cicli e le diverse fasi di una tipica esistenza da essere umano.

Una delle scene più significative all’interno di Twilight.

A proposito della figura del vampiro, in questo romanzo vengono introdotte alcune novità e differenze rispetto a ciò che siamo abituati ad immaginare. Questo signore della notte può vivere da solo oppure in clan con diversi individui. Mentre la maggior parte si nutre di sangue umano, altri scelgono un’alimentazione basata sul sangue animale. Per questa ragione vengono definiti “vegetariani” e sono facilmente riconoscibili dal colore degli occhi intensamente dorati.

Ogni vampiro appare come la creatura più bella sulla faccia della terra. La loro pelle è fredda e dura come il marmo e, esposti alla luce, brillano invece di incenerirsi. Devo ammettere che quest’ultimo aspetto non mi ha convinto molto e mi è piaciuto poco. Ad ogni modo oltre a possedere forza ed agilità, ognuno di essi può avere un’abilità speciale, legata a qualche caratteristica che avevano in vita. Edward, per esempio, può leggere nella mente delle persone, di tutte le persone tranne che quella di Bella. Alice può prevedere il futuro e così via.

Se desiderate leggere qualcosa di diverso dal solito e soprattutto senza pregiudizi alcuni, Twilight può fare al caso vostro. Penso di aver detto tutto, quindi la nostra recensione termina qui. A presto miei cari Sognatori e mie care Sognatrici e ricordate: “chi sogna, viaggia“.

 

I commenti sono chiusi.