Lucca Comics & Games 2015

Mappa del Lucca Comics & Games 2015.
Mappa del Lucca Comics & Games 2015.

Lucca Comics & Games è una delle maggiori fiere italiane dedicate al mondo del cosplay, del fumetto, dei videogiochi e di tanto altro ancora.
Come suggerisce il nome stesso, questo evento si tiene a Lucca – una città della regione Toscana – una volta all’anno e dura ben quattro giorni, che spesso coincidono con feste e ricorrenze come quella di Halloween.
L’anno scorso ho preso parte al Lucca Comics & Games insieme a Tsukinomai, un membro del nostro staff che collabora con la sottoscritta sia con la gestione della nostra pagina di Facebook che con le recensioni stesse. Sono stati due giorni a dir poco fantastici e sono tornata a Napoli con la così detta “depressione post-fiera”.

1444924450_IMG_7458
Ragazzi, ragazze e cosplayers al Lucca Comics & Games.

A differenza del Comicon e del Romics, al Lucca Comics & Games non ho trovato padiglioni o capannoni cinematografici ma una vera e propria città completamente al servizio di questo evento toscano.
Mi spiego meglio. Gli stand non erano all’interno di una struttura chiusa, bensì in una sorta di ampie e lunghe tende sparse fra le strade, nelle piazze e piazzette e persino sulle ampie mura della città. Per orientarsi, era stata creata una mappa con sopra le icone di ciascuno stand di grande importanza o alquanto rinomato oppure delle aree dove si teneva qualcosa di particolare. Peccato solo che la città restava comunque labirintica e credo di aver smarrito il senso dell’orientamento più di una volta.

Dario Moccia mentre firma le copie del suo fumetto al Lucca Comics Games.
Dario Moccia mentre firma le copie del suo fumetto al Lucca Comics Games.

Ad ogni modo ho avuto la possibilità di incontrare e conoscere di persona alcune autrici che seguo ormai da due o forse tre anni, se non a dirittura di più.
Parlo di Mirka Andolfo (Sacro/Profano), Valeria Tenaga Romanazzi (Hunters J e Wild Fangs), Flaminia Spinelli (Homosaurus), Jessica Marino (Antithesis), Xelessia e Venà (Purpurea Noxa).
è stato molto ma molto piacevole poter scambiare qualche parola con loro e addirittura conversare, quando ce n’è stata occasione ovviamente. Mi è capitato di cogliere di sfuggita anche Dario Moccia, noto Youtuber e adesso anche autore di un suo stesso fumetto: Agorafobia.

Cosplay di Angewomon al Lucca Comics & Games.
Cosplay di Angewomon al Lucca Comics & Games.

Per quanto riguarda il mondo del cosplay, devo ammettere che sono rimasta assolutamente senza parole. Mentre in altre fiere dedicate al fumetto e al videogioco ho visto solo ed esclusivamente ragazzi e ragazze dedicarsi con anima e corpo a questa passione, al Lucca Comics & Games ho visto intere famiglie cimentarsi in questa nuova forma d’arte creativa, se così vogliamo definirla.
Per citare un esempio, ho visto un papà e una mamma vestiti da pirati e ovviamente anche il loro pargoletto era a tema. Per rendere tutto ancora più realistico, hanno addobbato il passeggino con un cannone ed altre cosucce alquanto piratesche, come se fosse appunto un vascello pirata. E non parliamo di tutte quelle persone che si sono presentate con abiti in puro stile steampunk! è stata una delizia per gli occhi, eh già.

Shomi con un cosplayer (Uta, Tokyo Ghoul) al Lucca Comics & Game.
Shomi con un cosplayer (Uta, Tokyo Ghoul) al Lucca Comics & Game.

Riassumendo quanto è stato detto fino a questo momento, il Lucca Comics & Games è stata una fiera che mi ha lasciato un segno alquanto indelebile. Si, lo ammetto: sono rimasta assolutamente soddisfatta. Nulla è andato storto, nulla è stato negativo. Tutto positivo, direi. è stata la mia prima esperienza, la mia prima fiera toscana e non vedo assolutamente l’ora di tornarci. E magari questa volta riesco a trascinare l’intero Team.
La nostra recensione termina qui, quindi a presto miei cari lettori e mie care lettrici e ricordate: “chi sogna, viaggia”.

Leggi anche: Cavacon 2015

Leggi anche: Comicon 2015

Leggi anche: Romics 2015

Precedente Sleeping Dogs Successivo Comicsville 2015